27 aprile 2024 – FederCentri celebra lo straordinario incontro con Papa Francesco: “La carezza e il sorriso”

Nella solenne cornice dell’Aula Paolo VI, un’assemblea calorosa e numerosa di 700 nonne, nonni, e anziani provenienti dai Centri Sociali Anziani di tutta Italia, si è unita in un evento di profonda comunione e condivisione, promosso dalla Fondazione Età Grande e arricchito dalla presenza di Papa Francesco. L’incontro, intitolato “La carezza e il sorriso”, ha offerto un momento di riflessione e celebrazione del legame tra le generazioni, enfatizzando l’importanza dell’inclusione e del rispetto reciproco tra età diverse.

La Presidente di FederCentri, Elvia Raia, ha espresso profonda gratitudine per l’opportunità di partecipare come associazione ad un evento così significativo, sottolineando come l’insegnamento di Papa Francesco riecheggi i valori al cuore di FederCentri: «L’evento di ieri non è stato solo un momento di aggregazione, ma una testimonianza vivente dell’invito del Santo Padre a superare l’egoismo che impoverisce lo spirito e a rifiutare che le diversità diventino spaccature tra noi. Papa Francesco ci ricorda che ‘è solo stando insieme con amore che si diventa migliori, che si diventa più umani’. Questo messaggio risuona con la missione di FederCentri, che si impegna a promuovere la coesione sociale e il dialogo tra generazioni».

FederCentri, con il suo impegno costante nel favorire l’incontro e l’interazione tra i senior italiani, vede nell’ecumenismo del Papa una guida ispiratrice per le proprie attività. La partecipazione all’evento “La carezza e il sorriso” si inserisce in un più ampio programma di escursioni periodiche organizzate a Roma, che hanno l’obiettivo di avvicinare i membri dell’associazione ai luoghi e ai messaggi di pace e accoglienza universale.

L’incontro con Papa Francesco ha rappresentato un punto di riferimento per i futuri progetti di FederCentri, confermando l’importanza dell’ascolto e del dialogo intergenerazionale come pilastri per una società più inclusiva e armoniosa. In quest’ottica, l’associazione continuerà a lavorare per essere un ponte tra le generazioni, promuovendo iniziative che incarnano lo spirito di apertura e inclusione che il Santo Padre incarna e trasmette.

Comments are closed.