Uno studio realizzato con la collaborazione di FederCentri da SDA Researcher Government Health e Not for Profit Division SDA Bocconi School of Management

In un fruttuoso sodalizio accademico-professionale, FederCentri APS ha unito le forze con l’illustre Università Bocconi, culminando nella pubblicazione di uno studio di risonanza internazionale. Condotto da eminenti studiosi del calibro di Rosanna Tarricone insieme ad un gruppo di ricercatrici e ricercatori, questo lavoro esplora nuove frontiere nella valutazione delle lenti intraoculari monofocali post-chirurgia della cataratta. Frutto di una meticolosa ricerca, il documento mira a stabilire un set di risultati “core” (ovvero di “Risultati clinici nella valutazione di routine”) per affinare le pratiche cliniche e ottimizzare l’impiego delle risorse sanitarie, tenendo in considerazione le percezioni e le esigenze dei pazienti.

L’esito di questa collaborazione è stato magnificamente raccolto in un paper, il quale è stato accolto con favore dalla comunità scientifica internazionale e pubblicato su Frontiers, una testata di preminente autorevolezza nel campo della ricerca medica.

Per coloro interessati a un’indagine più approfondita di questa ricerca pionieristica, il documento completo è reperibile in lingua inglese, garantendo così una diffusione globale del sapere e dell’innovazione. Invitiamo la comunità di FederCentri APS e tutti gli interessati a consultare il lavoro sul sito ufficiale di Frontiers, dove il paper è disponibile per ulteriori letture e riflessioni.

Link per scaricare il paper:

https://www.frontiersin.org/articles/10.3389/fmed.2024.1339793/full

FederCentri APS aderisce al Forum Nazionale del Terzo Settore

È con grande entusiasmo che annunciamo l’ingresso di FederCentri APS nel Forum Nazionale del Terzo Settore ETS, ente non profit e principale organismo di rappresentanza unitaria del Terzo settore italiano. (altro…)

La Carezza e il Sorriso. FederCentri partecipa all’iniziativa del 27 aprile organizzata dalla Santa Sede per celebrare i legami intergenerazionali

È con grande entusiasmo che annunciamo un evento straordinario che si terrà in Piazza San Pietro il 27 aprile 2024: l’Udienza Speciale con Papa Francesco, dedicata ai Nonni e ai Nipoti, intitolata “La Carezza e il Sorriso”. Questa iniziativa, promossa dalla Santa Sede e dalla Fondazione Età Granda, si pone l’obiettivo di celebrare e rafforzare i legami intergenerazionali, un tema caro a Papa Francesco e di cruciale importanza nel contesto delle sfide sociali attuali.

FederCentri APS ha il privilegio di invitare tutti i suoi membri a prendere parte a questo evento memorabile. La partecipazione è aperta a tutti, con un focus particolare sui nonni e i nipoti, per celebrare il loro legame unico e imprescindibile.

Per agevolare la pianificazione e l’organizzazione, vi chiediamo cortesemente di comunicarci il vostro interesse e il numero approssimativo di partecipanti entro il 15 febbraio 2024. Questo ci permetterà di richiedere i necessari permessi e organizzare al meglio gli accessi, sia per chi arriva in autobus, auto o treno.

Per maggiori dettagli e per confermare la vostra partecipazione, vi preghiamo di contattarci attraverso i canali ufficiali di FederCentri APS.

Dettagli dell’Evento:

Data e Ora: 27 aprile 2024 (accesso dalle ore 8.30).
Luogo: Piazza San Pietro, Vaticano.
Programma: La giornata sarà impreziosita da momenti musicali curati da Eleonora Daniele, con ospiti d’eccezione come Albano, Lino Banfi, Iva Zanicchi e Carlo Verdone.

Parliamo ancora di covid ? Tavola Rotonda

 

Anziani, solo buone intenzioni. FederCentri APS critica sulla riforma dell’Assistenza delle Persone Anziane non Autosufficienti

 Counicato Stampa

ANZIANI – SOLO BUONE INTENZIONI

Scarica il comunicato in formato PDF

 

La Federcentri Nazionale – Movimento per l’Invecchiamento Attivo, tra i componenti del Patto per un Nuovo Welfare sulla Non Autosufficienza, esprime un giudizio fortemente negativo sul Decreto Legislativo approvato dal Governo il 25 gennaio c.a. con il quale s’intende rendere operativa la Legge Delega 33/2023 (meglio conosciuta come la riforma dell’Assistenza delle Persone Anziane non Autosufficienti)

Il nostro è un giudizio che si pone in linea con un’ampia maggioranza delle organizzazioni italiane che costituiscono il Patto, promosso a suo tempo, per ampliare e difendere i diritti delle persone anziane non autosufficienti che vivono nel nostro Paese.

Il giudizio negativo riguarda il metodo e il merito adottati dal Governo per la definizione ed approvazione del Decreto Legislativo che dovrà essere approvato dal parlamento entro il prossimo 5 marzo c.a.

Rispetto al metodo ricordiamo che il Governo Nazionale aveva assunto, con il Coordinamento Nazionale del Patto, l’impegno di un confronto preventivo sui contenuti prima dell’emanazione del Decreto Legislativo. Confronto che non c’è stato, con il risultato negativo di approvare un decreto che svuota i contenuti della Legge 33/2023 in tutte le sue parti più rilevanti.

Questa decisione apre un vulnus significativo tra il Governo Nazionale e buona parte delle organizzazioni che rappresentano una vasta platea delle persone anziane non autosufficienti che vivono nel nostro Paese.

Riguardo ai contenuti del Decreto Legislativo la Federcentri evidenzia che:

–        Viene cancellata l’idea di una gestione unitaria e meno frammentata del sistema attualmente vigente, rinunciando alla programmazione integrata a livello nazionale e svuotando di fatto la funzione dello SNAA (Sistema Nazionale Per la Popolazione Anziana). L’attenzione del Governo si rivolge solo alle prestazioni e ai servizi sociali mantenendoli separati dalle prestazioni sanitarie. Dunque si annulla uno dei principi fondanti della Legge Delega 33/2023: ossia l’assistenza integrata;

–        Manca la riforma e la riqualificazione dell’assistenza domiciliare. A tal proposito ci piace ricordare che la Legge Delega puntava a potenziate le ore delle prestazioni e dei servizi sociali integrati con quelli sanitari. Questa scelta è sparita.

Analoga riflessione va fatta sulla residenzialità. Si volevano e si dovevano rendere le strutture più accoglienti, più sicure e più qualificate anche attraverso un aggiornamento dei sistemi di accreditamento. Tutto questo è rinviato ad altri provvedimenti che non sappiamo se e quando potranno essere definiti ed approvati;

–        Sono molto scarse le risorse indicate dal Governo che rendono difficile se non impossibile l’attuazione della legge delega;

–        Si stanziano solo 500 milioni di euro per il biennio 2025/2026 da destinare alla sperimentazione della nuova prestazione universale, rinunciando ad affrontare una qualificata riforma dell’indennità di accompagnamento. La Federcentri Nazionale ritiene negativa questa scelta che si rivolgerebbe solo a circa 25mila anziani over 80 con un reddito Isee sotto i 6mila euro. La riforma della prestazione universale va fatta con urgenza, seguendo le linee d’indirizzo indicate nella Legge Delega.

Per tutte queste ragioni la Federcentri Nazionale esprime il suo forte dissenso sul Decreto Legislativo e auspica che in sede parlamentare possa essere riscritto secondo i principi e le linee guida contenute nella Legge Delega per evitare un suo precoce fallimento.

La Federcentri chiede, inoltre, ai propri dirigenti regionali e territoriali di promuovere rapidamente tutte le iniziative idonee per far conoscere i contenuti del Decreto Legislativo e, nello stesso tempo,di sollecitare le Istituzioni regionali e Locali ad intervenire per chiedere la modifica dei contenuti di un provvedimento nazionale che potrebbe mettere in serio pericolo la tenuta dei servizi sociali nelle singole comunità.

Componenti gruppo di lavoro Commissioni Patto per un Nuovo Welfare sulla Non Autosufficienza: Elvia Raia, Claudio Regazzoni, Michele Mangano, Franco Piacentini, Guglielmo Giumelli, Luigina de Santis, Ileana Scarrone, Maurizio Carbonera.

Concerto di Natale “sottovoce” – Ladri di carrozzelle “Costruire un Respiro Unico”

Concerto di Natale “sottovoce” – Ladri di carrozzelle “Costruire un Respiro Unico”

 

 

FederCentri per Cittadinanza Attiva

Federcentri con Cittadinanza Attiva in occasione della XXI° edizione del Rapporto sulle politiche della cronicità

Clicca per leggere l’articolo

Festa della Repubblica 2 giugno 2023, Federcentri APS ospite del Presidente Mattarella per celebrare gli anziani

Per il secondo anno consecutivo Federcentri Aps, l’associazione dei Centri Anziani d’Italia, è stata ricevuta dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in occasione della Festa della Repubblica.
«Siamo onorati di essere stati ancora una volta invitati dal nostro Presidente a partecipare a una giornata così importante per l’Italia e per le persone anziane, che riconoscono nel Capo dello Stato un baluardo a garanzia dell’unità del Paese – ha dichiarato Elvia Raia, Presidente Nazionale di Federcentri Aps – Del Presidente Mattarella apprezziamo l’attenzione sempre dimostrata nei confronti degli anziani, ricordando le tante volte in cui ha definito l’esempio della terza età un patrimonio straordinario da non disperdere, in cui ha voluto sottolineare che gli anziani sono preziosi e che è importante prendersene cura. Oggi più che mai, di fronte a una solitudine dilagante e alle mille difficoltà che gli over 65 incontrano ogni giorno, abbiamo bisogno di questa visione, che siamo certi il Presidente saprà trasmettere a tutta la classe politica».

La delegazione di Federcentri è stata ricevuta presso i Giardini del Quirinale in occasione dell’apertura straordinaria riservata alle categorie fragili nel pomeriggio del 2 giugno, nell’ambito delle celebrazioni per la Festa della Repubblica.
Federcentri APS è l’associazione alla quale aderiscono i Centri Sociali e Socioculturali per Anziani di tutta Italia. È un’associazione democratica, senza scopo di lucro, apartitica, aperta a tutte le persone senza discriminazione alcuna. Opera in collaborazione con le associazioni che hanno a cura le persone anziane, la loro salute, i loro diritti, il loro benessere.

Winter School 2023 – Il video dell’evento

Winter School

Presso

Hotel Casa Tra Noi

Via Monte del Gallo, 1132 – 00165 Roma

Invitati:

  • On. Maria Teresa Bellucci – Viceministro del Lavoro e delle Politiche Sociali (in attesa di conferma)
  • Prof. Francesco Florenzano – Presidente Nazionale UNIEDA (in attesa di conferma)
  • Maurizio Grosso – Esperto Terzo Settore
  • Armando Marcucci – Federcentri Nazionale
  • Luigi Greco – Responsabile Programma Archimede
  • Claudio Regazzoni – Federcentri Nazionale
  • Eleonora Selvi – Ethic Comunication
  • Alfonso Segreto – La Cattolica Assicurazioni
  • Miriam Severini – Federcentri Nazionale

Introduce e conclude i lavori la Presidente Nazionale Federcentri Elvia Raia.

Contatti

segreteria.federcentri@gmail.com

3389423299 / 3663064113