Premio FederCentri 2024 – Le Foto

Nel corso del prestigioso congresso “Costruiamo il Futuro 2.0”, tenutosi a Diamante dal 29 al 31 maggio 2024, la Presidente di FederCentri, Elvia Raia, ha avuto l’onore di premiare le associazioni che si sono distinte per il loro impegno e innovazione. Nella galleria fotografica è possibile ammirare le immagini dei Presidenti delle Associazioni premiate, immortalati in un momento di riconoscimento del prezioso contributo al progresso della nostra società.

Il futuro della Silver Age: innovazioni e visioni positive per l’invecchiamento attivo al Convegno FederCentri di Diamante

Diamante, 30 Maggio 2024 – Si è concluso con straordinario successo il convegno “Presente e Futuro della Silver Age” organizzato presso il Cinema Teatro Vittoria a Diamante, parte integrante del Congresso Nazionale di FederCentri “Costruiamo il Futuro 2.0”.

L’evento ha raccolto la partecipazione di eminenti esperti, accademici e esponenti delle istituzioni, con l’obiettivo di dibattere e formulare proposte innovative riguardanti l’invecchiamento attivo e l’engagement sociale degli anziani. Tra i partecipanti il Vicesindaco di Diamante, Pino Pascale; il Presidente del Consorzio Operatori Turistici Diamante e Riviera dei Cedri, Gianfranco Pascale; la Presidente Regionale Sicilia FederCentri, Pina Iannello.

La Tavola Rotonda, coordinata da Carmine Urciuoli, Segretario Nazionale FederCentri, ha visto la partecipazione insieme alla Presidente Nazionale Elvia Raia, ed a Claudio Regazzoni, vicepresidente, della giornalista, presidente di Mondi Lucani Maria Andriulli, del Professor Tullio Romita, responsabile scientifico del Centro Ricerche e Studi sul Turismo dell’Università della Calabria; del Professor Guglielmo Giumelli, Sociologo del Diritto all’Università Statale Milano-Bicocca, e della Ricercatrice ed esperta di Turismo delle Radici, la dott.ssa Antonella Perri. L’obiettivo dell’evento era dibattere e formulare proposte innovative legate all’invecchiamento attivo e alla partecipazione sociale degli anziani. (altro…)

«Costruiamo il Futuro 2.0» Congresso Nazionale FederCentri a Diamante dal 29 al 31 maggio 2024. Il Ruolo attivo delle persone anziane nella società contemporanea

Dal 29 al 31 maggio 2024, presso l’Hotel dei Focesi a Diamante, si terrà il Congresso Nazionale “Costruiamo il Futuro 2.0”, organizzato da Federcentri ETS, una realtà impegnata nel sostegno delle associazioni e nella promozione di iniziative socio-culturali. Questo evento rappresenta un’importante occasione di confronto e riflessione su tematiche cruciali per il futuro della nostra società, con un focus particolare sull’invecchiamento attivo.

La giornata del 30 maggio si aprirà alle 9:15 con l’inizio dei lavori presso il Cinema Vittoria, sito in Piazza della Chiesa 6 a Diamante. A dare il benvenuto saranno le autorità, con i loro saluti istituzionali. Interverranno Ernesto Magorno, Sindaco di Diamante, Gianfranco Pascale, Presidente del Consorzio Operatori Turistici Diamante e Riviera dei Cedri, e Pina Iannello, Presidente di Federcentri Sicilia.

Alle 10:00 seguirà la tavola rotonda dal titolo “Presente e Futuro della Silver Age”. Questo momento di dibattito e approfondimento sarà moderato da Carmine Urciuoli, Segretario Nazionale di Federcentri, e vedrà la partecipazione di illustri ospiti e relatori che apporteranno il loro contributo scientifico e professionale su temi di grande rilevanza per la società contemporanea. Interverranno Claudio Regazzoni, Vice Presidente Nazionale di Federcentri, Tullio Romita, Professore Associato presso l’Università della Calabria, esperto di sociologia del turismo, Guglielmo Giumelli, Sociologo del Diritto presso l’Università Statale Milano-Bicocca e giornalista, Maria Andriulli, Presidente Mondi Lucani e giornalista, e Antonella Perri, Ricercatrice presso l’Università della Calabria. (altro…)

Riflessioni su ageismo e longevità attiva dopo il momento di riflessione a Leonforte

Il concetto di “longevità attiva” si riferisce alla promozione di una vita sana e attiva durante l’invecchiamento. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, la longevità attiva è un processo di ottimizzazione delle opportunità di salute, partecipazione e sicurezza al fine di migliorare la qualità della vita man mano che le persone invecchiano. È una risposta diretta alla crescente popolazione di anziani, con l’obiettivo di estendere non solo la durata della vita, ma anche la qualità di questa.

Il 11 maggio 2024, il Giardino delle Ninfe di Leonforte ha ospitato un importante convegno focalizzato sui temi dell’ageismo e della longevità attiva. L’evento, organizzato dal Centro Servizi Volontariato Enna in collaborazione con il Comune di Leonforte e FederCentri APS, ha raccolto esperti, politici e cittadini in un dialogo fruttuoso e illuminante. (altro…)

Winter School FederCentri – Parte la Web Radio

Al via ls Seconda Edizione della Winter School di FederCentri APS, che si terrà a Roma l’8 e il 9 gennaio presso l’Hotel la Griffe Roma, in Via Nazionale 13, Roma (a 500 metri dalla Stazione Termini).

(altro…)

14 agosto – FederCentri partecipa a “Tolvesi e Lucani nel Mondo… Incontri e Racconti”

A Tolve, la 2° edizione di “Tolvesi e lucani nel Mondo…Incontri e Racconti”

 

Rassegna Stampa

Da Giornale Mio – A Tolve, la 2° edizione di “Tolvesi e lucani nel Mondo…Incontri e Racconti”LINK

 

Festa d’Estate 2023 FederCentri

Famiglie nel Sole – FederCentri per le Comunità Energetiche

Festa della Repubblica 2 giugno 2023, Federcentri APS ospite del Presidente Mattarella per celebrare gli anziani

Per il secondo anno consecutivo Federcentri Aps, l’associazione dei Centri Anziani d’Italia, è stata ricevuta dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in occasione della Festa della Repubblica.
«Siamo onorati di essere stati ancora una volta invitati dal nostro Presidente a partecipare a una giornata così importante per l’Italia e per le persone anziane, che riconoscono nel Capo dello Stato un baluardo a garanzia dell’unità del Paese – ha dichiarato Elvia Raia, Presidente Nazionale di Federcentri Aps – Del Presidente Mattarella apprezziamo l’attenzione sempre dimostrata nei confronti degli anziani, ricordando le tante volte in cui ha definito l’esempio della terza età un patrimonio straordinario da non disperdere, in cui ha voluto sottolineare che gli anziani sono preziosi e che è importante prendersene cura. Oggi più che mai, di fronte a una solitudine dilagante e alle mille difficoltà che gli over 65 incontrano ogni giorno, abbiamo bisogno di questa visione, che siamo certi il Presidente saprà trasmettere a tutta la classe politica».

La delegazione di Federcentri è stata ricevuta presso i Giardini del Quirinale in occasione dell’apertura straordinaria riservata alle categorie fragili nel pomeriggio del 2 giugno, nell’ambito delle celebrazioni per la Festa della Repubblica.
Federcentri APS è l’associazione alla quale aderiscono i Centri Sociali e Socioculturali per Anziani di tutta Italia. È un’associazione democratica, senza scopo di lucro, apartitica, aperta a tutte le persone senza discriminazione alcuna. Opera in collaborazione con le associazioni che hanno a cura le persone anziane, la loro salute, i loro diritti, il loro benessere.

Costruiamo il domani – Congresso FederCentri – Catania 28-29-30 aprile 2023

A Catania il Congresso Nazionale dell’associazione dei centri anziani d’Italia, Federcentri: basta discriminazioni ed esclusione economica. Elvia Raia: “servono servizi più vicini ai bisogni delle persone come l’abbattimento delle liste di attesa, aiuti ai caregiver e luoghi dedicati alla socialità e all’apprendimento permanente”

“Cosa significa essere anziani oggi, qual è l’impatto della longevità sulla vita individuale e collettiva e cosa possono fare le reti sociali per migliorare l’invecchiamento attivo e la qualità della vita delle persone. Questi alcuni dei tanti temi al centro del Congresso Nazionale di Federcentri APS, svoltosi il 28, 29 e 30 aprile a Catania, con la partecipazione di rappresentanti dei centri sociali ed anziani di tutta Italia e di esponenti delle istituzioni.
“Vogliamo contrastare tutti gli stereotipi e smontare la costruzione sociale che si è fatta della vecchiaia e dei vecchi – dichiara Elvia Raia, Presidente Nazionale Federcentri – avendo presente che questo secolo è il secolo degli anziani e che questa società è impreparata ad affrontarlo in termini innovativi, trasformando ciò che appare come un problema in una opportunità intergenerazionale. Ci auguriamo che si possa contare su servizi più vicini ai bisogni delle persone come l’abbattimento delle liste di attesa, aiuti ai caregiver e luoghi dedicati alla socialità e all’apprendimento permanente.” L’evento ha visto la partecipazione di Marco Falcone, assessore per l’economia della regione siciliana, di Giovanni Burtone, componente della sesta commissione, Salute, Servizi Sociali e Sanitari dell’Assemblea regionale siciliana, di Cino Roccella, Vice Presidente CNA pensionati, Domenico Maugeri, Past President SIGG Sicilia e Direttore U.O. di Geriatria dell’Ospedale Cannizzaro di Catania, Eleonora Selvi, Presidente della Fondazione Longevitas e Dario Longhitano, esperto di start up e terzo settore. I lavori congressuali hanno visto la moderazione della giornalista Simona Mazzone.
“Nel Mezzogiorno d’Italia il tasso di invecchiamento della popolazione cresce a ritmi molto rapidi, con un importante calo delle nascite e un continuo spopolamento. Per questo il Sud deve avere una funzione di traino nelle politiche per l’invecchiamento – ha dichiarato Pina Jannello, presidente Federcentri Sicilia – dimostrando di saper investire di più nella prevenzione, nell’accesso alle cure, nella capillarità dell’assistenza territoriale per i cronici, ma anche nella valorizzazione dei luoghi di aggregazione. Oggi ad esempio in una città come Catania non esistono centri sociali per anziani, che hanno invece una funzione vitale per il superamento della solitudine degli Over 65. Per questo vogliamo lanciare un appello alle istituzioni affinché intervengano più incisivamente a supporto dell’inclusione sociale.”
“Un elemento che troppo spesso sottovalutiamo quando parliamo di ageismo è quello economico: tendiamo a percepire l’invecchiamento come un processo negativo soprattutto quando si associa a situazioni di disagio economico, sia perché chi ha meno denaro può permettersi meno prevenzione e accesso alle cure, sia perché una migliore qualità della vita in generale rende più agevole la prospettiva di un invecchiamento di successo. Anche per questo è indispensabile supportare economicamente le fasce più fragili della popolazione per garantire una longevità positiva per tutti” ha dichiarato la Vice Presidente Nazionale di Federcentri Miriam Severini.

Rassegna stampa

 

www.ecodisicilia.com

www.vrsicilia.it

www.crotoneok.it

www.ilmetropolitano.it

 

Alcune foto dal congresso